A differenza di un sito web aziendale, la maggior parte dei blog dovrebbe essere scritta in uno stile colloquiale di facile lettura che il pubblico di destinazione comprenderà e riguarderà.

Ecco alcune strategie di base da mettere in pratica durante la scrittura di contenuti per un blog:

  • Vai subito al punto e continua a postare. Ricorda, l’attenzione del tuo pubblico è molto breve.
  • Nei tuoi post, rispondi a domande, tra cui chi, cosa, dove, quando, perché e come, relative a qualunque argomento tu stia scrivendo.
  • Usa un tono colloquiale e amichevole, ma sii professionale.
  • Correggi attentamente il tuo lavoro prima di pubblicarlo. I tuoi post non dovrebbero mai contenere errori di ortografia, punteggiatura o grammatica.
  • Usa frasi brevi e non utilizzare parole troppo complicate. Tieni sempre a mente il tuo pubblico e scrivi usando il linguaggio e il vocabolario che capiranno.
  • Mantieni i paragrafi a due o tre frasi ciascuno e organizza lo spazio sullo schermo per evitare confusione e rendere il contenuto più presentabile.
  • Non esagerare con i diversi tipi di carattere, come il testo in grassetto, in corsivo o sottolineato. Questo può essere fonte di distrazione.
  • Scegli un font di facile lettura e assicurati che il testo sia abbastanza grande da poter essere visualizzato facilmente su schermi di qualsiasi dimensione. Evita una dimensione del font inferiore a 10 punti.
  • Assicurati che il tuo schema di colori sia coerente con la tua immagine o il tuo marchio, e che anche questo sia facile per gli occhi e non distrae.
  • Quando possibile, usa foto e grafica per ridurre la quantità di testo in un post di blog e aiuta a raccontare una storia o dimostrare un punto chiave.
  • Non divagare includendo troppe informazioni all’interno di un singolo post di blog. Se necessario, dividere un argomento in più parti.
  • Mettiti nei panni del tuo pubblico target e assicurati che il contenuto del blog che stai creando sia interessante, ben organizzato, divertente, informativo, unico e coinvolgente.
  • Il contenuto che pubblichi come parte del tuo blog dovrebbe essere coerente con tutto ciò che stai facendo online e nel mondo reale.
  • Utilizzare elenchi puntati o numerati all’interno dei messaggi per trasmettere rapidamente le informazioni.
  • I post che si concentrano su un elenco Top X tendono ad essere popolari.
  • Assicurati di contrassegnare correttamente il tuo blog utilizzando un logo, tag line e altri contenuti pertinenti.

Un aiuto professionale

Se inizi a sentirti sommerso dalla responsabilità di scrivere diversi post del blog al giorno mentre interagisci anche con i lettori del tuo blog, potresti prendere in considerazione l’assunzione o l’arruolamento dell’aiuto dei contributori del blog.

Il posto migliore per trovare tale aiuto è tra i tuoi lettori. Le persone che visitano il tuo blog regolarmente hanno già mostrato un sincero interesse per i tuoi contenuti. Probabilmente ci sono alcune persone nel tuo pubblico a cui piacerebbe avere la possibilità di scrivere per il tuo blog.

Quando scegli un contributore, assicurati che:

  • Sia appassionato ed estremamente ben informato sull’argomento del blog.
  • Sia credibile e possa scrivere con autorevolezza.
  • Capisca e si identifichi veramente con il tuo pubblico di destinazione.
  • Abbia la capacità di scrivere e modificare il proprio lavoro e creare contenuti di qualità professionale.
  • Sia creativo e in grado di generare contenuti originali, coinvolgenti e di interesse per il pubblico di destinazione.
  • Lavorerà con un budget che puoi permetterti di pagare.

Definizione del budget

Se non disponi di budget, dovrai trovare persone disposte a offrire volontariamente i loro contenuti gratuitamente. Lo svantaggio dei blogger volontari è la difficoltà nel trovare persone affidabili e in grado di creare contenuti all’altezza. Inoltre, chiedere il contenuto quotidiano di persone che non vengono pagate richiede molta passione. Se decidi che il volontario che hai arruolato non sta producendo la qualità dei contenuti che desideri, avrai più difficoltà a chiedere a quella persona di smettere.

Pagare contributori anche con un piccolo stipendio facilita l’impostazione di un numero minimo di post in un determinato periodo di tempo.

Una volta che hai iniziato a contribuire con il tuo blog, pianifica di essere il caporedattore di tutti i blogger che assumi. Non puoi correre il rischio di assumere aiuto senza mantenere il pieno controllo editoriale. Il tuo blog potrebbe soffrire pesantemente di un blogger incompetente, inaffidabile o disinformato. Finché non ti puoi fidare che una certa persona produrrà in modo soddisfacente contenuti utili per te, insisti affinché tutto ciò che pubblicano passi prima per te. Ciò creerà più lavoro per te a breve termine, ma a lungo termine ripagherà.